Nella notte di giovedì 10 agosto dalle ore 23,30 e sino alle ore 03,00 dell' 11 agosto verrà eseguito nelle aree pubbliche un intervento di disinfestazione adulticida ed antilarvale contro mosche e zanzare.

Durante le ore notturne, pertanto, è consigliato di tenere le finestre chiuse e di ritirare all’interno delle abitazioni indumenti e tutti quegli oggetti (giocattoli, piscine gonfiabili, ecc.) eventualmente in grado di assorbire il prodotto diffuso dalla ditta incaricata.

L’intervento dell’Amministrazione Comunale si può svolgere solo su aree pubbliche, il contributo dei cittadini è per cui fondamentale per rendere efficace e duratura la disinfestazione.

Le zanzare, quelle tigre specialmente, hanno un raggio di azione al massimo di qualche centinaio di metri, indispensabile per cui che anche i cittadini contribuiscano, soprattutto in fase preventiva IMPEDENDO LO SVILUPPO DELLE LARVE, rimuovendo le potenziali raccolte d'acqua, od eventualmente, disinfestandole con prodotti idonei reperibili nei negozi specializzati ed in farmacia.

Ecco alcuni accorgimenti utili:

COSE DA FARE

-  evitare accumuli di acqua o zone umide in quanto sono luoghi ottimali per la proliferazione degli insetti tipo zanzara;

-  trattare regolarmente con prodotti larvicidi (in base alle indicazioni riportate in etichetta, da 7 giorni a 4 settimane a seconda del tipo di prodotto) i tombini e le zone di scolo e ristagno;

-  eliminare i sottovasi e, ove non sia possibile, evitare il ristagno di acqua al loro interno;

-  verificare che le grondaie siano pulite e non ostruite; coprire le cisterne e tutti i contenitori dove si raccoglie l’acqua piovana con coperchi ermetici, teli o zanzariere ben tese;

-  tenere pulite fontane e vasche ornamentali, eventualmente introducendo pesci rossi che sono predatori delle larve di zanzara;

-  eliminare dal proprio giardino depositi di foglie secche o altro materiale di tipo vegetale perché potrebbe creare una zona umida persistente;

-  mettere dei fili non rivestiti o pezzi di rame nei sottovasi perché a contatto con l’acqua il rame produce solfato di rame che è una sostanza abbastanza larvistatica ossia uccide le larve;

DA EVITARE

-  accumulare copertoni e altri contenitori che possono raccogliere anche piccole quantità di acqua stagnante;

-  lasciare che l’acqua ristagni sui teli utilizzati per coprire cumuli di materiale, legna veicoli o quant’altro;

-  lasciare gli annaffiatoi ed i secchi con l’apertura verso l’alto;

-  lasciare le piscine gonfiabili ed altri giochi pieni di acqua per più giorni;

-  svuotare nei tombini i sottovasi o altri contenitori. 

È inutile fare una disinfestazione in una strada che costeggia un giardino con ristagni di acqua.